INTERNAZIONALIZZAZIONE

La Puglia per la sua collocazione geografica può essere destinata a diventare un nodo energetico di importanza strategica per l’Italia, in particolare per gli scambi con i paesi del Sud-Est Europa (SEE).

Questa osservazione porta a vedere la Puglia come il perno intorno al quale si realizzeranno numerose iniziative in campo energetico, la cui ricaduta sarà senz’altro rilevante sia per il Paese che per la comunità internazionale.

In particolare, si segnalano i progetti di interconnessione dei sistemi energetici pugliesi con quelli del SEE, sia per l’energia elettrica che il gas.

Le imprese locali potranno trovare nei paesi del SEE ottimi partner per la realizzazione di nuovi impianti di produzione dell’energia, biocarburanti e utilizzo di fonti rinnovabili, come idroelettrico e biomasse (si ricordano a questo proposito gli accordi già stesi tra lo Stato Italiano e quello Albanese per il riconoscimento dei certificati verdi prodotti sul territorio albanese).

La realizzazione di un elettrodotto Italia–Albania permetterebbe lo scambio di energia da fonti rinnovabili, condizione necessaria per il riconoscimento in Italia di certificati verdi prodotti in Albania. Questa infrastruttura rende maggiormente profittevoli la realizzazione di impianti da fonti rinnovabili realizzati nei paesi del SEE.