News:

CONVEGNO SU EFFICIENZA 4.0 – BARI, 4 LUGLIO 2017

.



Martedì 4 luglio a partire dalle 9.30, presso la Sala Videoconferenze del Politecnico di Bari (Via Amendola, 126/B), si tiene il convegno “Efficienza 4.0. L’innovazione al centro dello sviluppo economico e industriale”.

Il convegno, organizzato dal Distretto produttivo La Nuova Energia, in collaborazione con EnergiaMedia e Politecnico di Bari, intende valorizzare la nuova fase che sta attraversando l’efficienza energetica per imprese e terziario. Superato, infatti, il “driver incentivi”, il focus si sposta necessariamente verso una nuova cultura d’impresa. Contemporaneamente l’entrata di internet e del digitale nelle fabbriche sta radicalmente trasformando i sistemi di produzione, dando il via a una nuova era nell’industria e aprendo di fatto la quarta fra le rivoluzioni industriali. Una fabbrica, ma anche un’officina, sempre più connessa, integrata, “intelligente”, automatizzata e flessibile nei cicli produttivi ha bisogno di essere alimentata da sistemi energetici che siano altrettanto all’avanguardia, performanti, sostenibili e, dunque, efficienti da un punto di vista economico e ambientale.

Industria 4.0 ed efficienza energetica divengono un binomio inscindibile per aumentare la competitività e per affrontare nel migliore dei modi le sfide del futuro in un mercato senza confini né di spazio né di tempo.

La partecipazione all’evento è gratuita previa iscrizione qui

Scarica il programma dell’evento.

SAVE THE DATE – Workshop “Smart technologies4Smart Energies” - Friday 7th July 2017, EXPO Astana, Italian Pavillion

.




Apulia, a dynamic region in the South East of Italy, over recent years, has become an important player in the Italian renewable energy sector, where continuous investment in research and development has turned the region into an important centre for excellence, attracting investments in state-of-the-art production facilities from national and foreign companies alike.

Apulia is Italy’s leading region for the production of energy from renewable resources and ranks number one in both the photovoltaic and wind energy sectors and number five in the biomass sector for energy production.

To promote the region’s innovative policies in the renewable energy sector and to foster opportunities for international collaboration, in various fields of business and scientific research in the energy sector, the Apulian regional government will be taking part in EXPO Astana 2017, dedicated to theme of “Future Energy”, and will be showcasing a series of business initiatives and research projects during the “Apulia Week” at the Italian Pavillion from the 6th to the 11th of July 2017.

On July 7th 2017, the Apulia Regional Government invites you to take part in the seminar “Smart technologies4Smart Energies Sector”, dedicated to experts, businesses and research institutions, active in the energy sector.

The seminar aims to provide an interesting opportunity for debate and discussion on the evolution of the energy sector in Apulia, covering the following topics:

  • the development of Apulia’s energy sector
  • Apulia’s new policy directions for the energy sector
  • the regional “eco-environment” for innovation in the energy sector
  • successful investments and innovative projects in Apulia.

The seminar is organised by the Apulia regional government with the support of Puglia Sviluppo S.p.A., a regional government agency which manages a wide range of flexible incentive schemes, designed to facilitate investments in Apulia and stimulate growth and development through business collaboration within the region.

The seminar will take place on Friday 7th July 2017, from 09.30 am to 12.30 p.m., at the Italian Pavilion, EXPO Astana 2017. Following lunch, participants will have the opportunity to meet the speakers and regional representatives in order to discuss potential opportunities for collaboration.

The seminar ’s programme will follow soon.

Progetto uP_running, invito a partecipare ai focus group

.

Giovedì 26 gennaio, presso la nuova sede del Distretto La Nuova Energia (Via Amendola 126/B, c/o Politecnico di Bari), dalle 9,30 alle 17,30 sono in programma i focus group del Progetto uP_running, che intende favorire la creazione di filiere bioenergetiche che utilizzino residui di potatura delle colture arboree o di legname proveniente dall'espianto dell'arboreto.

Il progetto, beneficiario di finanziamento da parte della Commissione Europea nell'ambito del programma Horizon 2020, è coordinato dalla Fondazione Circe di Saragozza e vede il coinvolgimento di 7 Paesi: Spagna, Italia, Portogallo, Francia, Grecia, Croazia e Ucraina.

Parte attiva del progetto sono le Università pugliesi e il Distretto Tecnologico Agroalimentare (DARe), con cui il Distretto La Nuova Energia ha implementato collaborazioni progettuali e scientifiche a sostegno del Sistema Produttivo Pugliese.

Nello specifico, uP_Running, grazie alla collaborazione con il Distretto La Nuova Energia, propone percorsi di orientamento e consulenza gratuiti, volti al sottolineare le opportunità di investimenti per la valorizzazione energetica degli scarti di potatura mirati alla creazione di filiere bioenergetiche e ipotizzare nuovi modelli di business.

Per questo, giovedì 26 gennaio i referenti del progetto saranno a disposizione con incontri B2B della durata di 20/30 minuti, per valutare congiuntamente le opportunità offerte dal progetto. Gli interessati possono prenotare l'incontro individuale compilando il modulo di iscrizione entro le ore 12 del 24 gennaio 2017, e trasmettendo lo stesso al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Scarica il modulo di prenotazione

Alleanza Distretto-Politecnico, La Nuova Energia si insedia in Via Amendola

.



Il Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica “La Nuova Energia” avrà la sua nuova sede presso le strutture del Politecnico di Bari.
La richiesta avanzata dal Presidente del Distretto Produttivo, Giuseppe Bratta al Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio è stata accolta all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione del Poliba.
L’iniziativa è sinergica e strategica ai fini di dare maggior impulso al settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica ed è in linea di continuità agli intenti contenuti nel protocollo d’intesa triennale sottoscritto da entrambe le parti il 4 luglio scorso.
 
«Il Politecnico di Bari – commenta il Rettore, Eugenio Di Sciascio -  ha da tempo avviato un virtuoso processo di potenziamento della collaborazione con i soggetti pubblici e privati operanti sul territorio, nell’ottica di favorire la cooperazione nell’ambito di progetti di sviluppo di interesse comune per creare nuclei di alta competenza e specializzazione. L’operazione di accoglienza del Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell'Efficienza Energetica nel nostro Ateneo prosegue il solco tracciato e rafforza ulteriormente le capacità tecnico scientifiche nel campo dell’energetica, già in essere all’interno della nostra Università».
 
Il Distretto e il Politecnico intendono in questo modo promuovere con più forza l’innovazione e gli investimenti in Ricerca e Sviluppo in materia di sostenibilità e di energie rinnovabili al fine di sostenere e generare processi di sviluppo sul territorio pugliese e di rilancio dell’economia regionale e nazionale. Molti degli obiettivi del Distretto infatti, coincidono con quelli del Politecnico, in primis la capacità di fare sistema.
 
«Dopo la firma del protocollo, la vicinanza fisica rappresenta una ulteriore opportunità per cogliere congiuntamente e con tempestività le opportunità legate al trasferimento tecnologico e all’industria 4.0, di cui i temi energetici rappresentano uno dei pilastri, - aggiunge Giuseppe Bratta, Presidente del Distretto La Nuova Energia. L’insediamento del Distretto presso il Politecnico – continua - è la conseguenza naturale del processo virtuoso di potenziamento del rapporto tra soggetti pubblici e privati presenti sul territorio da tempo avviato dal Politecnico di Bari e sposato dal Distretto che rappresento. L’obiettivo comune è quello di favorire la cooperazione nell’ambito di progetti di sviluppo interessanti per entrambi e creare nuclei di alta competenza e specializzazione, dando atto al protocollo sottoscritto a luglio».
 
In Puglia, il sole e le altre risorse peculiari, non restano solo una attrazione turistica, ma possono diventare una immensa opportunità energetica. Ed è proprio la vocazione energetica che ha permesso e favorito la nascita del nuovo Distretto regionale delle Energie Rinnovabili, riconosciuto dalla Regione Puglia con la legge regionale n.23/2007. Come noto, la Puglia presenta un surplus di produzione di energia elettrica, ossia produce più elettricità di quella richiesta dal suo territorio. Nel contempo, è tra le regioni italiane che hanno maggiori risorse energetiche rinnovabili, che derivano soprattutto dall’irraggiamento solare e dal vento. Il potenziale complessivo di queste risorse è pari alla gran parte della energia elettrica necessaria alla regione, per cui appare ovvia la necessità di indirizzare la politica energetica regionale in tale direzione. Forte di questo vantaggio competitivo, la Puglia può svolgere un ruolo trainante nella produzione, nello sviluppo e nelle applicazioni delle fonti rinnovabili agganciando la propria economia al sole e al vento, purché nel pieno rispetto del proprio paesaggio, e di cui gode in abbondanza da sempre e che nella sua storia ne hanno sorretto la quantità e la qualità dell’agricoltura e la qualità della vita.
 
La sede operativa del Distretto presso il Politecnico rappresenta un concreto tassello sinergico di sviluppo e cooperazione scientifica di settore.