News:

LO SFRUTTAMENTO DELLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI DIVERSE DAL FOTOVOLTAICO: INCENTIVI E MODALITA' DI FRUIZIONE

.



Grande successo per il seminario tecnico "Le opportunità per le energie rinnovabili e gli adempimenti per coglierle in tempo", tenutosi ieri pomeriggio presso il Politecnico di Bari e organizzato da Distretto La Nuova Energia, Poliba e Ordine degli Ingegneri, con il patrocinio di ARTI - Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione e DITNE - Distretto Tecnologico Nazionale sull'Energia.
 
Il seminario, rivolto ad aziende ed operatori del settore della green economy, è stato l'occasione per fare chiarezza sul Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 23 giugno, entrato in vigore il 15 luglio, che aggiorna i meccanismi di incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili diversi dal fotovoltaico, così come previsti dal precedente decreto ministeriale del 6 luglio 2012.
 
Dopo i saluti istituzionali del Presidente del Distretto La Nuova Energia, Giuseppe Bratta, e del Magnifico Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio, l'incontro, moderato dal Vicepresidente del Distretto La Nuova Energia, Riccardo Amirante, è entrato nel vivo. Al Direttore del Dipartimento per lo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Domenico Laforgia, il compito di aprire i lavori con la presentazione dello scenario energetico nazionale e regionale e le future opportunità per aziende e professionisti pugliesi in vista dell'imminente lancio di bandi regionali sull'efficienza energetica. A seguire, il Responsabile Impianti a Fonti Rinnovabili del GSE, Andros Racchetti, ha esaminato nel dettaglio il nuovo Decreto ministeriale, individuando affinità e differenze con il precedente.
 
Il decreto è di notevole interesse, visto che prevede incentivi per circa 9 miliardi nei prossimi 20 anni: un investimento notevole che intende promuovere l'efficacia, l'efficienza e la sostenibilità degli oneri di incentivazione per poter perseguire gli obiettivi della strategia energetica nazionale e il graduale adattamento alle linee guida in materia di aiuti di stato per l'energia e l'ambiente. Nuove e più semplici le modalità di accesso agli incentivi, che riguardano sia gli impianti già esistenti che i nuovi impianti, per i quali è prevista l'apertura di un apposito registro.
 
"L'iniziativa - ha dichiarato il presidente del Distretto La Nuova Energia, Giuseppe Bratta, a valle dell'evento - rientra tra le attività previste dal protocollo siglato recentemente da Distretto e Politecnico di Bari, volto a promuovere una strategia di co-innovazione per fare della Regione Puglia un hub energetico internazionale di competenze, prodotti e servizi di altissimo valore. Il successo del seminario tecnico di oggi, che ha visto la partecipazione di oltre 200 rappresentanti di aziende e professionisti provenienti da tutto il territorio regionale, dimostra come il tema delle rinnovabili sia molto caro agli operatori della green economy e quanto fosse attesa un'azione del Governo su questo fronte".

FOTO ACCORDO LA NUOVA ENERGIA - DARE - FOGGIA, 25 LUGLIO 2016

.















LA NUOVA ENERGIA E IL DARE SIGLANO UN PROTOCOLLO D'INTESA TRIENNALE

.



Oggi, nella cornice del Rettorato dell'Università di Foggia, il presidente del Distretto La Nuova Energia, Beppe  Bratta, e il presidente del Distretto Agroalimentare DARe, Milena Grazia Rita Sinigaglia, hanno siglato un protocollo d'intesa della durata di tre anni.

L'accordo, che potrà essere successivamente rinnovato, è stato fortemente voluto dai rappresentanti dei due distretti che, attraverso l'unione delle forze, intendono promuovere un nuovo modello di sviluppo economico-occupazionale regionale, con particolare attenzione al settore ambientale.

Gli ambiti della collaborazione riguarderanno l’attività tecnica e scientifica, di consulenza e formazione; la partecipazione a bandi regionali, nazionali e internazionali; i servizi agli studenti delle università pugliesi, tra cui sono previsti stage, tirocini e borse di studio; il sostegno al processo di internazionalizzazione delle imprese del settore agro-energetico; il supporto alla creazione di cluster e aggregazioni di soggetti socio-economici e quello allo sviluppo e creazione di spin off; la promozione della cultura delle fonti rinnovabili, smart city, smart energy e smart community e dell’agricoltura di precisione; lo scambio di esperienze e professionalità ai fini della divulgazione scientifica e della formazione manageriale.
 
 

Seminario tecnico su nuovo Decreto FER con intervento GSE - Politecnico di Bari 26 luglio ore 16,00

.

locandina


 
IL DISTRETTO PRODUTTIVO REGIONALE PUGLIESE DELLE ENERGIE RINNOVABILI E DELL'EFFICIENZA ENERGETICA “LA NUOVA ENERGIA”, CONGIUNTAMENTE AL POLITECNICO DI BARI ED ORDINE DEGLI INGEGNERI DI BARI, organizza per martedi 26 luglio 2016 alle ore 16,00 presso la sede del Rettorato del Politecnico in Via Amendo sala “Videoconferenze” un SEMINARIO TECNICO DI APPROFONDIMENTO DEL NUOVO DECRETO CHE VA A INCENTIVARE LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI DIVERSE DAL FOTOVOLTAICO (DM SVILUPPO ECONOMICO 23 GIUGNO 2016) ha subìto un lunghissimo processo di gestazione.
 
In particolare iL DM 23 GIUGNO 2016 AGGIORNA I MECCANISMI D’INCENTIVAZIONE DEGLI IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI, DIVERSI DAL FOTOVOLTAICO, introdotti dal DM 6 luglio 2012.PER RICHIEDERE GLI INCENTIVI SONO PREVISTE TRE DIFFERENTI MODALITÀ, A SECONDA DELLA TIPOLOGIA DI FONTE E DELLA POTENZA DELL’IMPIANTO: accesso diretto, iscrizione al Registro o al Registro per interventi di rifacimento, partecipazione a Procedure d’Asta al ribasso sulla tariffa incentivante.
 
Si può presentare RICHIESTA DI ACCESSO DIRETTO FINO AL 31 DICEMBRE 2017 o, in ogni caso, ENTRO 30 GIORNI DALLA DATA DELL’EVENTUALE RAGGIUNGIMENTO DEL TETTO DI 5,8 MILIARDI DI EURO ANNUI, che sarà comunicato con delibera AEEGSI sulla base dei dati forniti dal GSE (Contattore FER):
I BANDI per la partecipazione ai Registri e alla Procedure d’Asta saranno pubblicati ENTRO IL PROSSIMO 20 AGOSTO SUL SITO GSE. Trascorsi 10 giorni dalla loro pubblicazione, si avranno a disposizione 60 GIORNI PER ISCRIVERSI AI REGISTRI E 90 GIORNI PER PARTECIPARE ALLE PROCEDURE D’ASTA.
 
Inoltre, esclusi i solari termodinamici, gli impianti che ENTRERANNO IN ESERCIZIO ENTRO IL 29 GIUGNO 2017, POTRANNO BENEFICIARE DELLE TARIFFE E DEGLI EVENTUALI PREMI PREVISTI DAL VECCHIO DM 6 LUGLIO 2012.
 
Possono ancora RICHIEDERE GLI INCENTIVI CON LE MODALITÀ DEL DM 6 LUGLIO 2012:
  • GLI IMPIANTI IN ACCESSO DIRETTO, ENTRATI IN ESERCIZIO TRA IL 31 MAGGIO 2016 E IL 29 GIUGNO 2016, a condizione che abbiano presentato o presentino domanda di accesso agli incentivi entro 30 giorni dalla data di entrata in esercizio;
  • GLI IMPIANTI IN POSIZIONE UTILE A SEGUITO DELLE PROCEDURE DI ASTA E REGISTRO, SVOLTE AI SENSI DEL DM 6 LUGLIO 2012, per i quali non siano decorsi i termini per l’entrata in esercizio.
 
Il seminario, CON INTERVENTO SPECIFICO DEL RESPONSABILE IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI DEL GSE, ing. Andros Racchetti, si propone di:
  • esaminare passo passo il nuovo Dm individuando affinità e differenze con il precedente,
  • analizzare i regolamenti approvati in data 15.07. 2016 per iscrizione ai Registri, alle Procedure d'Asta e ai Registri per i rifafacimenti;
  • STUDIARE GLI ELEMENTI SU CUI PORRE ATTENZIONE NELLA CORSA AD OSTACOLI PER L'ACCESSO AI MECCANISMI INCENTIVALI.
 
Vista importanza seminario si consiglia registrazione a cui seguirà conferma iscrizione:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
La Segreteria del Distretto Produttivo “La Nuova Energia”