Bari - Il Distretto 'La Nuova Energia' in audizione a Bruxelles: proposte 'smart' per il rilancio di PMI e del territorio

.


Da Bruxelles torna soddisfatto e determinato Giuseppe Bratta, Presidente del Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell'Efficienza Energetica "La Nuova Energia".

Lo scorso 29 maggio Bratta è infatti intervenuto nel corso di un'audizione pubblica della Commissione Parlamentare Europea Industria, Ricerca ed Energia, sul tema della Reindustrializzazione Sostenibile.
In questo momento la Commissione è particolarmente attiva giacché si stanno ultimando i lavori di preparazione di un documento sulla reindustrializzazione europea per promuovere competitività e sostenibilità, con particolare riferimento ai Paesi del Sud Europa.
 In riferimento all’audizione, Bratta parla di un’esperienza emozionante sia per il prestigioso contesto sia per la responsabilità sociale ricoperta per cui si è rappresentato il sistema produttivo del settore italiano green che conta oltre 120.000 addetti.

L’intervento di Bratta è stato focalizzato su un’analisi dettagliata del settore rinnovabili con un approfondimento sulle eccellenze Pugliesi e su proposte concrete volte a migliorare il settore delle rinnovabili e dell'industria verde.
“Sarebbe opportuno – ha affermato Bratta - favorire la diffusione di una normativa unica per tutta l'Unione Europea che preveda la valorizzazione dell'autocertificazione. Lavorare su una fiscalità agevolata e soprattutto privilegiare la produzione decentrata degli impianti da fonte rinnovabile.

La sfida della sostenibilità - ha concluso Bratta - sarà quella di conciliare i principi della tutela ambientale con quelli dell'innovazione, della competitività, dell'equità sociale e dell'efficienza economica; le PMI sono il soggetto ideale per investire in tali settori sia per il legame con il territorio e la comunità locale, sia per la flessibilità e la versatilità.



Su Puglialive.net